Home
HOME CONTATTI IL NOTIZIARIO LA STAMPA LA PAGINA DEL SEGRETARIO VECCHIO SITO
Tutto a portata di click
Collegamenti immediati
 
 Nuove offerte per gli ISCRITTI SNALS
 
Corsi Universitari a distanza
 
 IL NOTIZIARIO

Notiziario 03/07/2015


CORRESPONSIONE ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE PER IL PERIODO 1/7/2015-30/6/2016 – CIRCOLARE DEL MEF

L’INPS, con la circolare n. 109 del 27/5/2015, ha diramato le tabelle aggiornate con i nuovi limiti di reddito familiare da considerare, sulla base del reddito 2014, per la corresponsione dell’assegno al nucleo familiare per il periodo 1/7/2015-30/6/2016.

A riguardo, anche il MEF con la circolare n. 21 del 9/6/2015, ha diffuso le predette tabelle unitamente alla modulistica per la richiesta dell’assegno. La suddetta circolare è consultabile nel sito internet del MEF al seguente indirizzo: http://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/CIRCOLARI/2015/ .


ESTRATTO CONTO DIPENDENTI PUBBLICI – INVIO DELLE COMUNICAZIONI PERSONALI - CIRCOLARE INPS

L’Inps con le circolari n. 49 del 3 aprile 2014 e n. 148 del 21 novembre 2014, ha definito le modalità operative per il consolidamento della banca dati delle posizioni assicurative degli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici. Esse prevedono un’ attività preventiva di sistemazione delle posizioni effettuata dalle sedi Inps su lotti di lavorazione ed il successivo coinvolgimento degli iscritti con la consultazione dell’Estratto Conto.

A riguardo con la circolare n. 124 del 24/6/2015, l’Inps ha fornito ulteriori indicazioni operative. Nel rinviare per completezza d’informazione al testo completo della suddetta circolare che provvediamo ad inserire in area riservata ed internet, si riportano, di seguito, gli aspetti salienti della stessa.

Disponibilità on line e modalità di accesso informatico all’Estratto Conto Informativo

tramite l’Estratto Conto Informativo, l’Istituto vuole far conoscere agli iscritti della Gestione Dipendenti Pubblici (ex Inpdap) la consistenza del proprio conto assicurativo (i periodi di servizio utili al trattamento pensionistico, con le relative retribuzioni imponibili successive al 31 dicembre 1992). Ciò allo scopo di mettere a disposizione degli interessati tutte le informazioni indispensabili per una valutazione consapevole della propria situazione previdenziale e per coinvolgerli nel perfezionamento del conto attraverso lo strumento della Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa (RVPA).

La RVPA dovrà essere inoltrata qualora il documento informativo contenga lacune o inesattezze, relative a periodi di servizio o a retribuzioni imponibili, ovvero in tutti quei casi in cui è necessario un approfondimento istruttorio da parte dell’Istituto.

La presenza di note specifiche a margine di un periodo esposto sull'Estratto Conto Informativo è indice di criticità sulle informazioni presenti nella banca dati dell'Istituto, e sulle quali in particolare il cittadino è invitato ad effettuare le opportune verifiche.

L’attento esame dell’estratto dovrà, in ogni caso, essere effettuato dall’interessato anche in assenza di particolari note o segnalazioni.

Gli interessati sono pertanto invitati a:

  • leggere con attenzione il contenuto integrale dell’Estratto Conto;

  • considerare il valore solo informativo e non certificativo dei dati ivi contenuti;

  • proporre, nel caso della presenza di errori e inesattezze, una Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa (RVPA).

Soggetti interessati e modalità di proposizione della Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa (RVPA)

La RVPA rappresenta lo strumento attraverso il quale l’iscritto, chiamato a collaborare per il completamento e l’aggiornamento della sua posizione assicurativa, può far rilevare le carenze, gli errori e le inesattezze contenute nell’Estratto Conto.

Le sistemazioni dell’estratto conto rientrano nel piano di estensione ai dipendenti pubblici del progetto “La mia pensione”, recentemente lanciato dall’Istituto: dal 2016 i dipendenti pubblici potranno utilizzare il simulatore online per il calcolo della decorrenza e dell’importo della propria futura pensione.

La richiesta di variazione della posizione assicurativa può essere trasmessa con una delle seguenti modalità:

  • online, dal sito www.inps.it, attraverso la funzione “Estratto Conto e Richieste di variazione” del servizio “Estratto Conto Informativo”, se si è in possesso di PIN per l’accesso ai servizi online dell’Istituto; è sufficiente un PIN ordinario, non essendo richiesto il PIN dispositivo;

  • telefonando al contact center dell’INPS (da telefono fisso al numero verde gratuito 803 164; da telefono cellulare al numero 06 164164, a pagamento in base al piano tariffario del proprio gestore telefonico), sempre se si è in possesso di Pin ordinario; gli operatori assistono l’utente nella compilazione e nell’inoltro dell’istanza telematizzata, forniscono informazioni sull’estratto conto e, a richiesta, spediscono copia di quest’ultimo all’indirizzo email o a quello di residenza dell’iscritto, presente negli archivi dell’Istituto;

  • rivolgendosi a un patronato, anche se non si è in possesso di PIN; il patronato, in nome e per conto dell’interessato, trasmette telematicamente le istanze di RVPA e fornisce copia degli Estratti Conto informativi.

Attività delle Strutture territoriali INPS

Le Direzioni regionali e provinciali dell’INPS si attiveranno per assistere gli enti, in linea con quanto stabilito nella circolare 148 del 21 novembre 2014 e nell’ottica della prossima definitiva migrazione nella procedura Nuova Passweb di tutte le posizioni assicurative degli iscritti alla gestione pubblica, nell’utilizzo esclusivo degli strumenti telematici messi a disposizione dall’Istituto (Nuova Passweb, Lista posPA), invertendo la prassi della predisposizione del Mod. PA04.

Ciò anche nell’ipotesi in cui il lavoratore, per la sistemazione del proprio estratto conto, si rivolga direttamente al datore di lavoro anziché all’Istituto con una RVPA.

In questa prima fase si è ritenuto di non coinvolgere gli Enti datori di lavoro in maniera generalizzata, ma è prevista la loro necessaria partecipazione al processo di sistemazione delle posizioni assicurative per colmare lacune o inesattezze se il dato corretto non è disponibile in Istituto.

Per la soluzione di anomalie ricorrenti sulle posizioni di ciascun ente, sarà inoltre opportuno individuare e predisporre interventi massivi concordati con gli enti datori di lavoro da attuare secondo le modalità previste (Flusso UniEmens e Nuova Passweb), che saranno coordinati dalle strutture territoriali dell’Istituto.

Modalità di inoltro della comunicazione all’utente della disponibilità dell’Estratto Conto

Per l’invio delle comunicazioni agli iscritti, in linea con i criteri di dematerializzazione e di riduzione dei costi, viene utilizzato in via esclusiva il canale telematico.

Gli iscritti che hanno comunicato all’Istituto un indirizzo email riceveranno la comunicazione della disponibilità del servizio Estratto Conto tramite posta elettronica.

L’Istituto chiederà in ogni caso agli enti, nello spirito di collaborazione reciproca per l’obiettivo comune di disporre di posizioni assicurative complete e congruenti, di fare da tramite nella consegna ai propri dipendenti della comunicazione relativa alla disponibilità dell’Estratto Conto, attraverso l’account di posta aziendale/istituzionale o con le modalità ritenute più opportune.

Ciascun ente riceverà tramite posta elettronica certificata dalla Direzione Generale la seguente documentazione:

  • lettera esplicativa dell’operazione con la richiesta di inoltrare ai dipendenti interessati la comunicazione della disponibilità dell’Estratto Conto;

  • file Excel con l’elenco dei dipendenti interessati dall’invio;

  • lettera standard per i dipendenti;

  • copia della presente circolare.

Nell’ambito delle iniziative già avviate o da intraprendere con gli enti datori di lavoro, le Strutture territoriali effettueranno un monitoraggio degli esiti della richiesta, al fine di assumere ogni più utile iniziativa volta al conseguimento dell’obiettivo di raggiungere i lavoratori interessati.

Le Direzioni Centrali Posizione Assicurativa e Sistemi Informativi e Tecnologici sono a disposizione delle strutture territoriali per l’individuazione e la realizzazione di possibili modalità di invio, in particolare per interventi che coinvolgano i “grandi enti” con un alto numero di dipendenti.

Per quanto concerne, infine, gli enti di patronato, le sedi, nell’ambito del consolidato rapporto di collaborazione, concorderanno con gli stessi ogni forma di sinergia volta ad offrire ai lavoratori interessati un servizio efficiente.


 INCROCI DI LINGUAGGI. RAPPRESENTAZIONI ARTISTICHE DEL PASSATO NELLA DIDATTICA DELLA STORIA”: 21A SCUOLA ESTIVA DI ARCEVIA (25 – 28 AGOSTO 2015).

L’Ufficio Scolastico Regionale per le Marche rende noto che si svolgerà dal 25 al 28 agosto la 21a edizione della Scuola estiva di Arcevia (Ancona), corso di aggiornamento sul curricolo delle operazioni cognitive e delle conoscenze significative in storia promosso dall’Istituto Comprensivo del centro  marchigiano e organizzato da “Clio ’92”, associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia, soggetto qualificato per l’aggiornamento del personale scolastico.

Quest’anno il corso affronta il tema delle “Rappresentazioni artistiche del passato nella didattica della storia”, perché, il passato storico è rappresentato non solo tramite le scritture degli storici e degli autori di testi scolastici, ma anche attraverso i linguaggi, diffusi dai mezzi di comunicazione di massa, di varie arti, da quelle figurative e grafiche al cinema, dalla letteratura e dal teatro alla musica, dalla multimedialità ai videogiochi. Di qui la necessità di capire come profittare di queste rappresentazioni per introdurle nell’insegnamento e rendere gli studenti abili a criticarle e a usarle come fonti.

Si allegano i materiali informativi sul corso e la scheda di partecipazione.

Per maggiori particolari o aggiornamenti si può contattare la segreteria dell’Istituto Comprensivo di Arcevia (tel. 0731 9213, e-mail anic80800q@istruzione.it) o visitarne il sito web (http://www.icarcevia.gov.it/didattica/scuola-estiva-di-arcevia/2015-xxi-edizione.html).


CORRESPONSIONE DELL'ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - NUOVI LIVELLI REDDITUALI PER IL PERIODO 1° LUGLIO 2015-30 GIUGNO 2016 - CIRCOLARE INPS
La legge n. 153/88 stabilisce che i livelli di reddito familiare ai fini della corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare sono rivalutati annualmente, con effetto dal 1° luglio di ciascun anno, in misura pari alla variazione dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati, calcolato dall'ISTAT, intervenuta tra l'anno di riferimento dei redditi per la corresponsione dell'assegno e l'anno immediatamente precedente.

In base ai calcoli effettuati dall'ISTAT, la variazione percentuale dell'indice dei prezzi al consumo tra l'anno 2013 e l'anno 2014 è risultata pari allo 0,2%.

A riguardo l’INPS con la circolare n. 109 del 27/5/2015 ha reso noto che:

-  sono stati rivalutati i livelli di reddito in vigore per il periodo 1° luglio 2014 – 30 giugno 2015 con il predetto indice;

-  sono state predisposte ed allegate al messaggio le tabelle contenenti i nuovi livelli reddituali, nonché i corrispondenti importi mensili della prestazione, da applicare dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2016, alle diverse tipologie di nuclei familiari.



CPIA: LE LINEE GUIDA
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto Miur che trasmette le Linee guida per il passaggio al nuovo ordinamento a sostegno dell'autonomia organizzativa e didattica dei Centri provinciali per l'istruzione degli adulti (CPIA), dove sono erogati i percorsi di istruzione di primo e secondo livello e i percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana. Il documento verrà periodicamente aggiornato in base agli esiti delle azioni di monitoraggio previste.

Le Linee guida, trasmesse con decreto 12 marzo 2015 (GU n.130 del 8-6-2015 - Suppl. Ordinario n. 26) sono state redatte sulla base delle proposte elaborate dal Gruppo Tecnico Nazionale per l'Istruzione degli Adulti, coordinato dal Direttore della Fondazione CENSIS, che ha visto la partecipazione di esperti designati da IX commissione della conferenza delle Regioni, ANCI, UPI, Miur, MEF, Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Organizzazioni Sindacali del Comparto Scuola, INDIRE, INVALSI, ISFOL, nonché da esperti provenienti dalle istituzioni scolastiche.

L'obiettivo è quello di sostenere il passaggio al nuovo ordinamento a sostegno dell'autonomia organizzativa e didattica dei Centri, con particolare riferimento:

  • all'applicazione del nuovo assetto didattico dei percorsi di primo e secondo livello con l'adattamento dei piani di studio di cui ai regolamenti emanati con i decreti del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, numeri 87, 88 e 89;

  • ai criteri e alle modalità per la definizione degli strumenti di flessibilità di cui all'art. 4, comma 9, del decreto del Presidente della Repubblica n. 263 del 2012.

Le Linee Guida contengono indicazioni a sostegno dell'autonomia dei Centri Provinciali per l'Istruzione degli Adulti, dove sono erogati i percorsi di istruzione di primo livello e i percorsi di alfabetizzazione e di apprendimento della lingua italiana, e delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado nelle quali sono incardinati i percorsi di istruzione di secondo livello, con particolare riferimento all'assetto organizzativo, all'assetto didattico e agli strumenti di flessibilità.

Al documento sono allegati i risultati di apprendimento in competenze, conoscenze e abilità al termine dei vari percorsi di istruzione, i relativi quadri orari, e le Linee guida per la progettazione della sessione di formazione civica e di informazione (art. 3 del DPR n. 179/2011).

Le linee guida sono aggiornate periodicamente in relazione agli esiti delle azioni di monitoraggio e valutazione di sistema, ai fini del miglioramento della qualità dell'offerta formativa e degli apprendimenti.

Per accompagnare il passaggio al nuovo ordinamento, il Miur, avvalendosi dei diversi soggetti istituzionali e professionali, promuove misure nazionali di sistema per l'aggiornamento dei dirigenti, dei docenti e del personale amministrativo, tecnico e ausiliario dei Centri.

    1. DECRETO CEC 10 GIUGNO 2015, AOODGOSV 5268: PROCLAMAZIONE DEGLI ELETTI AL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE


Componente elettiva personale docente per la scuola dell’infanzia:

  • SERENA ASSAIANTE nata a Formia il 26.10.1978 (CGIL – VALORE SCUOLA).


Componente elettiva personale docente per la scuola primaria:

  • FEDELI ANNA nata a Roma il 7.9.1952 (CGIL – VALORE SCUOLA);

  • MONGILLO ROSA nata a Giffoni Valle Piana (SA) il 29.05.1953 (CISL SCUOLA – AIMC: IN PRIMA PERSONA AL PLURALE);

  • MARGIOTTA DANIELA nata a Pompei (NA) il 6.11.1986 (SNALS – CONFSAL: LA FORZA DELLE TUE IDEE);

  • OLIVIERI LOREDANA nata a Foggia il 19.5.1965 (CGIL – VALORE SCUOLA).


Componente elettiva personale docente per la scuola secondaria di I grado:

  • MIGLIETTA RAFFAELE nato a Capua (CE) il 3.2.1963 (CGIL – VALORE SCUOLA);

  • BIGELLI LAURA nata a Ostra (AN) l’11.8.1964 (SNALS – CONFSAL: LA FORZA DELLE TUE IDEE);

  • CURTI STEFANO nato a Roma il 23.7.1954 (CISL SCUOLA – AIMC: IN PRIMA PERSONA AL PLURALE);

  • PISANO PAOLA nata a Firenze il 9.12.1966 (CGIL – VALORE SCUOLA).

Componente elettiva personale docente per la scuola secondaria di II° grado:

  • CAMPANARI AMERICO nato a Pieve Torina (MC) l’1.8.1953 (CGIL – VALORE SCUOLA);

  • ALBANO ANTONIO nato a Poggiomarino (NA) il 29.9.1960 (SNALS – CONFSAL: LA FORZA DELLE TUE IDEE);

  • BAGNI GIUSEPPE nato a Lastra a Signa (FI) il 13.5.1953 (CGIL – VALORE SCUOLA).

Componente elettiva personale dirigente:

  • CIANFRIGLIA LICIA nata a Roma il 13.8.1963 (ANP PER L’AUTONOMIA E PER LA DIRIGENZA);

  • MONTANARI LAMBERTO nato a Imola (BO) il 2.9.1955 (ANP PER L’AUTONOMIA E PER LA DIRIGENZA).

Componente elettiva personale A.T.A.:

  • SANTORO ANNAMARIA nata a Martina Franca (TA) il 10.10.1959 (CGIL – VALORE SCUOLA).

Componente elettiva personale dirigente, docente e A.T.A. per le scuole della Valle d’Aosta:

  • FOLETTO KATYA nata ad Aosta il 30.5.1973 (CGIL – VALORE SCUOLA).

Componente elettiva personale dirigente, docente e A.T.A. per le scuole di lingua tedesca:

  • KAINZ HUBERT nato a Merano (BZ) il 27.1.1967 (FÜR MEHR MITBESTIMMUNG – DEMOCRAZIA E PARTECIPAZIONE).

Componente elettiva personale dirigente, docente e A.T.A. per le scuole di lingua slovena:

  • ČERNIC PETER nato a Gorizia il 19.11.1972 (SKUPAJ ZA SLOVENSKO ŠOLO).


    1. SCAMBI PROFESSIONALI” TRA DOCENTI ITALIANI E DOCENTI FRANCESI PER L’A.S. 2015-2016

Scadenza per le candidature entro e non oltre il 26 giugno 2015 all’indirizzo di posta elettronica marialucia.martina4@istruzione.it esclusivamente tramite l’istituto scolastico sede di servizio. Dettagli in allegato.

Anche per l’anno scolastico 2015/2016 il MIUR offre 15 borse per scambi professionali tra docenti italiani e docenti francesi con la finalità di incoraggiare la condivisione di esperienze di insegnamento della lingua o di una disciplina veicolata in lingua straniera secondo la metodologia CLIL/EMILE.

Come da Nota ministeriale allegata (All. 1),questo Ufficio provvederà a individuare un massimo di 3 candidature tra le quali la Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione selezionerà il beneficiario o i beneficiari di un contributo fino a 950 euro per effettuare un soggiorno di tipo job-shadowing di due settimane presso un’istituzione scolastica francese.

Potranno partecipare alla selezione i docenti

- in servizio presso un istituto secondario di II grado della Lombardia

- coinvolti in iniziative in ambito CLIL/EMILE ovvero interessati ad approfondire le metodologie didattiche in uso presso altre istituzioni scolastiche

- di età inferiore a sessanta anni alla data del 30 giugno 2015

- in possesso di un incarico a tempo indeterminato o determinato alternativamente in:

  1. lingua e cultura francese

  2. Disciplina Non Linguistica con competenze in lingua francese almeno livello B2 del QCER.

Gli interessati dovranno far prevenire entro e non oltre il 26 giugno 2015 all’indirizzo di posta elettronica marialucia.martina4@istruzione.it, esclusivamente tramite l’istituto scolastico sede di servizio, i seguenti documenti:

  • la scheda di candidatura corredata del nulla osta del dirigente scolastico (All. 2);

  • un dettagliato curriculum vitae.

Una apposita commissione avrà cura di valutare presso l’USR le candidature raccolte al fine di individuare i due nominativi che concorreranno a livello nazionale alla definizione dell’elenco dei 15 beneficiari.

Ulteriori informazioni possono essere richieste direttamente al MIUR all’indirizzo:l.leone@istruzione.it

Allegati

  • Allegato 1 – nota ministeriale (MIUR AOODGOSV 4873 del 01.06.2015)– (pdf, 296 Kb)

  • Allegato 2 – scheda di candidatura (doc, 48 Kb)


Settori
Servizi
Area Riservata
Snals - Registrazione
Username:   
Password:  
 
Archivio
Sondaggio
VALUTAZIONE - Pensi che la valutazione del personale della scuola sia uno strumento adeguato a valorizzare la professionalità, mediante un riconoscimento economico?
A)SI
B)SI, se effettuata da una commissione INTERNA
C)SI, se effettuata da una commissione ESTERNA
D)NO