Home
HOME CONTATTI IL NOTIZIARIO LA STAMPA LA PAGINA DEL SEGRETARIO VECCHIO SITO
Tutto a portata di click
Collegamenti immediati
 
 Nuove offerte per gli ISCRITTI SNALS
 
Corsi Universitari a distanza
 
 Scuole Paritarie

IPOTESI DI RINNOVO DEL CCNL ANINSEI: ALCUNE CONSIDERAZIONI

Dei tre grandi contratti della scuola non statale, tutti scaduti da anni e prorogati nella loro validità anche a causa della crisi economica, il primo che arriva in porto con una concreta ipotesi di rinnovo è quello ANINSEI, che interessa le scuole laiche, ma cui aderiscono anche altri istituti.
Va dato perciò atto alla dirigenza ANINSEI per l’impegno e la volontà di collaborazione.
Notiamo nell’
ipotesi di CCNL, che partirebbe dal 1 settembre appena trascorso e scadrebbe nel 2018 – ma che va approvata dai lavoratori entro questo ottobre, e che perciò solo successivamente vedrà la firma definitiva – una sostanziale continuità con i contratti precedenti, pur con l’adeguamento necessario alle nuove normative. Vediamo alcune delle novità.
Per quanto riguarda l’aspetto economico evidenziamo:
1) l’introduzione di una una tantum, che dovrebbe coprire tutto il periodo di mancato adeguamento stipendiale (gennaio 13 – agosto 15). Essa segue questa tabella:

Livelli 1, 2 e 3

55 euro

Livelli 4, 5, 6 e 7

65 euro

Livelli 8a e 8b

75 euro

2) le nuove tabelle stipendiali, qui di seguito trascritte (cifre lorde, in euro):


Livelli

Retrib. 1/9/12

Retrib . CCNL 2015-2018

Dal 1/9/12

Dal 1/9/15

Dal 1/9/16

Dal 1/9/17

Dal 1/9/18

I

1122,83

1131,15

1147,79

1164,43

1181,07

II

1149,62

1158,14

1175,17

1192,21

1209,25

III

1205,14

1214,07

1231,93

1249,79

1267,65

IV

1266,22

1275,60

1294,37

1313,13

1331,89

V

1349,64

1359,64

1379,64

1399,64

1419,64

VI

1349,64

1359,64

1379,64

1399,64

1419,64

VII

1370,30

1380,45

1400,76

1421,07

1441,37

VIII A

1436,78

1447,02

1468,31

1489,59

1510,88

VIII B

1514,68

1525,90

1548,35

1570,79

1593,24

con aumenti che, a regime, vanno dai 58 ai 78euro mensili.

3) il salario di anzianità, che prevede i seguenti scatti mensili, a partire dal 1 gennaio 2016, a seconda dell’anzianità di servizio ininterrotto:

Due anni

10 euro

Quattro anni

20

Sei anni

30

Dieci anni

40

Quattordici anni

55

L’ipotesi di CCNL in esame prevede una tabella riassuntiva degli scatti di anzianità degli ultimi anni, che non è qui il caso di riportare.
Tutti gli importi descritti valgono per il personale a tempo pieno, e sono da riproporzionare negli altri casi.
Per quanto riguarda altri aspetti del CCNL, sembra opportuno sottolineare l’importanza che già nella prima parte viene attribuita alla contrattazione di secondo livello. A nostro avviso, è sempre più evidente che non possa essere un testo unico a regolare la complessità e la varietà delle problematiche dei singoli istituti sparsi per l’Italia; e che occorra favorire la possibilità di trattare localmente questioni come la distribuzione dell’orario, delle ferie per il personale non docente, la possibile indennità di trasferta, la possibile erogazione di stipendi accessori ecc.
Stiamo soprattutto pensando a contrattazioni di istituto, più che a livello regionale; nel tempo, a nostro avviso, saranno le più significative. Tuttavia, una contrattazione di istituto è favorita laddove ci siano rappresentanze sindacali e un certo livello di partecipazione dei lavoratori; non è facilmente pensabile, invece, senza un apporto cordiale interessato del personale in servizio.
Realisticamente, è da prevedere che non si sviluppi ovunque con facilità una pur auspicabile contrattazione di secondo livello, neppure a livello regionale; e il CCNL ipotizza allora, in sostituzione, un ulteriore beneficio economico perequativo che scatterebbe 6 mesi dopo l’entrata in vigore del CCNL.
Diamo ora uno sguardo alle tipologie dei rapporti di lavoro, argomento, nel caso dell’Aninsei, di qualche delicatezza.
Si ribadisce che, come sempre, il rapporto è di norma subordinato a tempo indeterminato. Sono tuttavia ammessi contratti a tempo determinato nella misura massima del 30% del totale del personale. Oltre a tale percentuale massima, sono ammessi i tempi determinati per ragioni sostitutive, nei casi previsti.
Sono altresì ammessi contratti di collaborazione coordinata e continuativa, regolamentati da apposito allegato, nella misura massima del 25% dei lavoratori presenti. E sono tuttora previsti l’apprendistato e la somministrazione di lavoro, che hannoperò di norma una incidenza minore.
Come si vede i margini per tipologie diverse dal tempo indeterminato sono piuttosto ampi. Auspichiamo che i massimali indicati siano rispettati dagli istituti, così come auspichiamo la massima trasparenza circa le tipologie effettivamente utilizzate.
Concludendo: poiché i lavoratori devono potersi esprimere sull’ipotesi di CCNL qui brevemente esaminata, proponiamo una:

ASSEMBLEA DIPENDENTI ANINSEI
LUNEDI’ 26 OTTOBRE 2015 ALLE ORE 16.00
PRESSO SNALS MILANO, VIA PISACANE 1

OdG: esame ed approvazione dell’ipotesi di contratto nazionale 2015-2018.
Spediremo email di invito ai singoli istituti, i quali saranno pregati di metterla, a norma di contratto, a conoscenza dei lavoratori.

Fausto Greco
Responsabile Scuole Paritarie

Settori
Servizi
Area Riservata
Snals - Registrazione
Username:   
Password:  
 
Archivio
Sondaggio
VALUTAZIONE - Pensi che la valutazione del personale della scuola sia uno strumento adeguato a valorizzare la professionalità, mediante un riconoscimento economico?
A)SI
B)SI, se effettuata da una commissione INTERNA
C)SI, se effettuata da una commissione ESTERNA
D)NO